C’è qualche correlazione tra la velocità del processore e il consumo energetico? Posso potenziare le prestazioni del mio sistema senza incrementare il consumo energetico? Come posso progettare un sistema che faccia funzionare la piattaforma hardware in maniera snella? Il mio sistema utilizza troppa energia e genera troppo – potrebbe aiutare un sistema di gestione dell’energia?

Il consumo di energia può risultare un problema nell’ambito di sistemi completamente basati su PC per due ragioni principali. Innanzitutto, l’energia viene dissipata sotto forma di calore che ha bisogno di essere rimosso come discusso nel nostro post precedente. In secondo luogo, molti sistemi sono gestiti da batterie e ciò impone una limitazione ancora più stretta del consumo elettrico di energia.

I PC di tipo fanless, come la gamma di Tiny Green PC, utilizza dei processori davvero efficienti. Il Fitlet-i da 1.0GhZ assorbe solo 4.5W e la nostra macchina più potente, l’IntensePC i7 Pro assorbe tipicamente un consumo di 17W, nonostante quest’ultimo può raddoppiare in elevati livelli di utilizzo. In confronto, la gamma Airtop, anche fanless ma basata su un processore desktop, può assorbire 200W.

Il processore e le altre risorse hardware di cui hai bisogno sono dettate dalla specifica applicazione e dal sistema operativo che adoperi. La maggior parte delle nostre raccomandazioni nei post precedenti relative al miglioramento delle prestazioni del PC, quali la scelta di un processore più veloce, la specificazione di una memoria maggiore e l’implementazione della GPU possono comportare una penalizzazione in termini di consumo energetico. Quindi la risposta migliore per l’utilizzo di minor energia è di fatto la progettazione di un software efficiente che faccia funzionare la piattaforma hardware in maniera snella 


Preferisci un Software Linux 

La nostra raccomandazione migliore è di considerare Linux, che utilizza le risorse del PC in maniera più efficiente rispetto a Windows. Linux può funzionare su processori meno potenti ed inoltre richiede una memoria inferiore. Uno dei nostri clienti, EyeLynx, è un esempio emblematico interessante. Esso infatti gestisce applicazioni grafiche intensive CCTV su una piattaforma davvero snella con il sistema operativo Linux. Le telecamere di sorveglianza di EyeLynx hanno bisogno di poter operare in maniera affidabile per giorni, alimentate con una fonte energetica portatile, tipicamente una batteria, catturando e memorizzando le immagini per le successive fasi di visualizzazione e di analisi.

Commentando la scelta di TinyGreenPC come piattaforma PC, il Managing Director di EyeLynx - Jay Patel - ha dichiarato: “SharpView è un’efficiente soluzione software che permette di registrare video ad alta definizione da più telecamere ed elabora le immagini in tempo reale. La sfida era di trovare un PC con un consumo molto basso, abbastanza piccolo da essere nascosto nel contenitore della telecamera e capace di funzionare per diversi giorni con un sistema di alimentazione a batteria.”

HD Camera run by embedded FitPC2i
Le telecamere HD che registrano 24/7 queste immagini con il Software di CCTV SharpView sono gestite da FitPC2i.

Un PC di Tiny Green PC normalmente assorbe solo 8W, consentendo all’intero sistema di operare  con l'alimentazione fornita da queste batterie per diversi giorni senza necessità di ricarica. L’Hard Disk TeraByte equipaggiato di serie è in grado di memorizzare più di 30 giorni di video probatori in qualità HD.

Considera varie opzioni per lo spazio di archiviazione

Ci sono anche altri metodi che potresti adottare - per esempio, impiegare un’effettiva gestione dell’energia che possa spegnere il sistema o le singole componenti quando queste non vengono utilizzate. La scelta dello spazio di archiviazione è anche importante. Gli Hard Disk utilizzano pocchissima energia quando non c'è richiesta di accesso ad informazioni, ma in questo caso saranno anche più lenti, e ciascuna operazione di accesso richiederà una durata più lunga. 

SSD or HDD

SSD o HHD? Tieni in considerazione la frequenza delle operazioni di lettura e scrittura nonchè il volume di dati trasferiti. 

Le unità SSD, invece, possono utilizzare una maggior energia quando sono attive, e sono generalmente più veloci, quindi ritornano statiche più velocemente rispetto alle unità HDD. Il miglior spazio di archiviazione dal punto di vista del consumo dipende perciò dalla frequenza delle operazioni di lettura dei dati e dal volume di dati trasferiti dall’applicazione. 


In generale, consiglio sempre di iniziare  progettando un sistema più efficiente possibile, e successivamente pensare alla gestione del consumo. L’adozione di un sistema di gestione del consumo rivolto a riparare un’iniziale progettazione inefficiente, infatti, non è davvero un buon approccio..

Uno dei migliori benefici della piattaforma PC è che può essere davvero flessibile, perciò non sei necessariamente legato alle specifiche che scegli inizialmente. Nel prossimo post vedremo le opportunità nel modificare o customizzare il tuo PC.